Rilevatore gas Vimar Plana

Rilevatore gas Vimar Plana

Caratteristiche Rilevatore Gas Vimar Plana

Nata nel 1945 a Marostica, in provincia di Vicenza, la Vimar, che da allora ha sempre ostinatamente continuato a produrre sul suolo veneto originario, è un’azienda orgoglio del Made in Italy dal punto di vista della produzione tecnologica, con realizzazioni che vanno dall’interruttore elettrico agli impianti di domotica, passando per gli strumenti salvavita, tutti sistemi ai quali non viene chiesta solo sicurezza, ma, allo stesso modo, design, efficienza e stabilità.

Presente anche sulla scena internazionale, Vimar presenta alcune linee particolari, con diverse caratteristiche di estetica e con differenti tipologie di comandi, per un perfetto coordinamento fra tecnologia ed armonie delle forme.

La caratteristica saliente è comunque legata all’affidabilità e alla sicurezza, elementi che Vimar offre in ogni suo dispositivo, con un controllo costante su qualità, robustezza e durata, unita ad un’attenzione particolare alle persone e all’ambiente, trasformando la sicurezza in una certezza per vivere la casa nella più totale serenità.

Soluzioni intelligenti Vimar per la domotica e la sicurezza

Con Vimar si espande la conoscenza del profilo energetico di ogni aspetto dell’abitazione, grazie alla possibilità di visualizzare e comandare i vari sistemi, dai consumi alle funzionalità, anche da remoto tramite specifiche app.

Fra i diversi scenari domotici impostabili mediante i suoi dispositivi, troviamo soluzioni intelligenti per riscaldamento e raffrescamento, sistemi antieffrazione, automazioni per tapparelle e tende, regolazioni luci e diffusione sonora, allarmi tecnici, con appositi sensori in grado di rilevare una fuga di gas o un principio di allagamento, attivando segnalazioni sonore e luminose e bloccando in maniera autonoma, tramite elettrovalvola, la fuoriuscita, mettendo l’ambiente in totale sicurezza.

 Rivelamento gas Vimar Plana da incasso

Come abbiamo visto, fra i tanti dispositivi per la sicurezza e il comfort, rientrano anche i segnalatori di perdite di gas che, focalizzandoci sulla linea Plana, disponibili nei due colori specifici Bianco e Silver, troviamo come apparecchi da incasso, nelle versioni così come di seguito indicate:

  • Referenza 14420 per Vimar Plana Gas Stop Metano, rivelatore elettronico di gas metano con segnalazione acustica ed ottica e comando di elettrovalvola 3/4” a riarmo manuale, (Ref.16590, con corpo in ottone, parti interne acciaio inox), alimentazione 230 V. Venduto ed installato completo di bomboletta gas test (Ref.01899 per la verifica dell’installazione). Prezzo di listino € 318,08, Iva esclusa
  • Referenza 14421 per Vimar Plana SL Gas Stop GPL, rivelatore elettronico di gas GPL con segnalazione acustica ed ottica e comando di elettrovalvola 3/4” a riarmo manuale, (Ref.16590, con corpo in ottone, parti interne acciaio inox), alimentazione 230 V. Venduto ed installato completo di bomboletta gas test (Ref.01899 per la verifica dell’installazione). Stesso prezzo di listino del modello precedente

Inoltre, una terza referenza, la nr. 14422 per Vimar Plana SL CO Stop, rivelatore elettronico di monossido di carbonio con segnalazione acustica ed ottica, uscita a relè in scambio, alimentazione 230 V, priva di elettrovalvola e di bomboletta per la verifica (gas test), pur essendo ancora proposta sul manuale aziendale, attualmente risulta eliminata dalla produzione.

Ogni rilevatore Vimar Plana, indipendentemente dal tipo di gas da controllare, ha una durata di 5 anni dal giorno in cui viene installato, in quanto tale lasso di tempo è lo stesso di garanzia del sensore interno, vale a dire la parte più importante del dispositivo, quella cioè che individua le eventuali perdite. Per le tipologie relative a GPL e metano, pur se già in dotazione al momento dell’acquisto, la bomboletta per verifiche periodiche del funzionamento dei relativi apparecchi, può essere acquistata anche a parte, al costo di € 10,00, Iva esclusa.

La serie Vimar Plana, nei rilevatori di gas come, per esempio, nelle placche interruttori, ha un design semplice ed essenziale, con tasti e comandi in colore Bianco o, nella versione alternativa, Silver, lucidi metallizzati. Sono disponibili diverse funzioni, comprese le nuove soluzioni By-me, il nome della domotica secondo Vimar, che comprende una gamma di prodotti intercomunicanti, i quali, con intelligenza digitale, sono in grado di migliorare il vivere quotidiano, ridurre i consumi e svolgere operazioni più o meno complesse anche con il minimo intervento umano. Le varie funzioni dialogano tra loro in maniera costante, garantendo caratteristiche di efficienza energetica, sicurezza, comfort e massimo controllo.

Per l’installazione, è sempre indicato, escludendo il “fai da te”, rivolgersi a tecnici autorizzati, anche per le operazioni di manutenzione ordinaria e straordinaria e per l’eventuale messa fuori servizio o sostituzione dopo i 5 anni indicati. A tal proposito, la data di scadenza deve essere applicata, direttamente dall’installatore, sull’apparecchio stesso utilizzando l’apposita targhetta contenuta nella confezione, al momento della messa in funzione.

I rilevatori Gas Stop Vimar Plana, GPL o metano, devono essere posizionati ad incasso in un alloggio interessato dalla circolazione naturale dell’aria, a distanze corrette e regolamentate rispetto a fornelli, stufe, caldaie e scaldabagni, vale a dire non superiore a 3-4 metri da queste fonti di gas, a non più di 20-30 cm dal pavimento, per il rilevatore Gas Stop GPL, e 20-30 cm dal soffitto per il Gas Stop Metano.

Tali dispositivi seguono, in linea di massima, le stesse regole perseguite in generale per tutti i segnalatori di perdite di gas, e cioè:

  • L’installazione deve sempre avvenire in un ambiente interno
  • Non deve essere posizionato vicino a bombole del gas o altri apparecchi di cottura
  • L’incasso deve essere distante anche da lavelli, rubinetti, lavandini in genere, finestre, porte e ventole
  • Mai posizionare il rilevatore in ambienti troppo umidi o ventilati, così come sono da escludere locali dove sporco e/o polvere eccessivi possono bloccare il sensore o, comunque, ostruire la griglia
  • Non installare dietro a tende, piante d’appartamento, armadi e mobili in genere
  • Ricordare i limiti di temperatura oltre i quali il dispositivo non garantisce il corretto funzionamento, da -10° a +40° C

Per quanto riguarda la messa in servizio e il controllo di funzionamento, è necessario collegare l’apparecchio ad una fonte di alimentazione 230 V.  Come primo imput, il Gas Stop esegue una fase di temporizzazione e pre-riscaldamento della durata di circa 1 minuto, durante il quale sono inibiti tutti i comandi. Questo breve periodo è segnalato con l’accensione di 2 dei 3 LED presenti sul frontale, verde e giallo. Trascorso questo tempo, la luce gialla si spegne, ed è così intuibile la partenza regolare del rilevatore. A questo punto, è comunque necessario il test di funzionamento, da eseguire esclusivamente con la bomboletta “Gas di test VIMAR” 01899, tenuta in posizione verticale, con la valvola rivolta verso l’alto e l’erogatore ben saldo sulla griglia inferiore dell’apparecchio, da azionare una sola volta (è calibrato per monodose) per liberare il gas di prova. A quel punto, se l’installazione è avvenuta correttamente, il Gas Stop, come se si fosse in presenza di una reale perdita di GPL o di metano, segnala l’allarme, accendendo la terza luce a LED di colore rosso e azionando il buzzer piezoelettrico ronzatore sonoro, oltre a comandare, dopo non più di 20 secondi, la chiusura dell’elettrovalvola collegata.

I dispositivi elettronici Gas Stop Vimar Plana per GPL e Metano sono indicati per rivelare la presenza di perdite in concentrazione anomala molto inferiore alla soglia di pericolosità e al LEL, limite di esplosione, e seguono le conformità normative attraverso il rispetto delle direttive BT ed EMC, oltre alle norme CEI 216-8 ed EN 50270.

Lascia un commento